venerdì 6 marzo 2015

LA MEMORIA MONCA


Nel blog di Zacforever si è aperta una discussione su cosa significa essere di destra e essere di sinistra, chi sta con chi o contro chi.

 

Zac ha esaltato Dario Fo e io invece l’ho asfaltato, gli ho scritto una sintesi del soggetto opportunista fino al midollo, ma per illustrarlo come avevo fatto due anni fa, invito Zac a leggersi il post di allora, questo sotto il link.


a100milionidiannilucedallaterra.myblog.it/2013/03/.../il-re-dei-ciarlatani/ 

IL RE DEI CIARLATANI

Posted on 8 marzo 2013

Sulla domanda di Stefano posso solo ripostare il mio primo post, era un intervento nel blog di Massimo, alias Saturninos del blog CRONACHE MARZIANE, ha smesso di usarlo, ma all’epoca, 6 anni fa, insieme a Briccones e Slash16, sono stati i tre “disgraziati” che mi hanno spinta a smettere di intervenire nei blog altrui e crearne uno mio, l’ultimo in ordine di tempo che sta lasciando è Slash16, ho letto una sua risposta e non so dargli torto, tutto quello che c’era da scrivere sulla politica l’abbiamo scritto, oggi si scriverebbe solo di uno e della sua coorte dei miracoli, non intendo fargli spazio nel blog.

Questo sotto il link della mia prima uscita in rete, trattava proprio l’appartenenza.



A Zac comunico che sto aspettando che David risponda a Stefano sul perchè Cofferati fece sgomberare le baracche a Bologna, se non lo fa lui, lo farò io, posso solo dire che non è stato un fatto negativo, ma lo vedremo dopo, al solito la memoria soggettiva dei fatti si ferma all’appartenenza e non alle responsabilità.

25 commenti:

  1. Per ora ti dico soltanto bentornata in attesa di comprendere il tutto. Sai sto un poco in confusione, colpa mia senza meno ma anche colpa della situazione attuale che mi tormenta..
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Aldo ;-))
      Scusa il ritardo, ma ormai entro in rete con il contagocce e a orari impossibili, non posso dire che sono gli impegni, ma la quasi nausea che provo ad aprire giornali e amenità varie.
      Sul comprendere, non preoccuparti, da Zac è scattata una domanda che ha generato un post e dentro al post si è scatenato un troiaio di parte, diciamo che la storia è una materia per cultori che vanno via via estinguendosi e solo “fissate come me” coltivano.
      Spero che i tuoi problemi non siano asfissianti, ma se trovo il tempo ti chiamo.
      Un abbraccio
      Tina

      Elimina
  2. Ciao Tina! Ho letto il tuo curriculum vitae. Ammazzate se ne hai fatte!! Invece io sono una "cagasotto" e non ho mai lottato apertamente. Nella vita ho solo cercato di pormi tra i deboli e le ingiustizie con la dialettica e la personalità esuberante che ho. L'unica lotta dura l'ho fatta per i miei ragazzi, ma anche in questo caso ho usato le armi della diplomazia e, talora, dei servizi segreti, nel senso che ho subdolamente brigato per ottenere i risultati. Ma sempre a schiena dritta.Ora mi resta solo la parola scritta e alcuni ex allievi che mi rassicurano sul mio passato lavoro. Avanti con le nostre idee sempre e comunque! Abbraccio, Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anna
      Ciao Anna ;-))
      E ti assicuro che quelle descritte sono solo una parte ;-))
      Ti basti questo:
      Mi hanno pescata con delle bottiglie “non convenzionali” in macchina e mi hanno chiesto se volevo chiamare qualcuno a casa, visto che avevamo un amico che lavorava alla digos, ho voluto lui, mi ha cavata dalla rogna, ma Sergio ha portato anche mio marito e quando il capitano della stazione dei carabinieri gli ha chiesto dove avevo imparato a confezionare bottiglie di alcool e straccetto pendente, Maurizio ha alzato le braccia dicendo:
      NON LO SO, MAGARI ALL’UNIVERSITA’.
      Sergio mi ha presa per i fondelli per anni, ogni volta che mi vedeva in associazione sportiva mi lustrava la facciata.
      Come te mi sono battuta per i ragazzi, ma tu in aula e io in associazione, ti assicuro che di storie toste me ne sono passate tra le mani, ti basti sapere che quando ho chiamato i servizi sociali dicendo che avevo trovato un bambino in macchina non tesserato, mi hanno chiesto di prendermene cura e con lui il fratello più piccolo.
      Sono passati 30 anni e Carletto ora è un uomo che viene ancora sui campi di calcio, ma i problemi che si toccano con mano la dentro non sono quelli che si incontrano in aula, la dentro ho dovuto fare i conti con madri mignotte, con padri galeotti, con droga, furto, ex dismessi dal carcere minorile...Amica mia, o mostravo di essere più carogna di loro o quella associazione sarebbe morta sul nascere, oggi è un fiore all’occhiello del nostro quartiere e non solo.
      Ovvio che dalla mia ho avuto i Politici con la P maiuscola, ho avuto Don Mecu, cappellano del Ferrante Aporti, ho avuto Pippoletti capo delle guardie di quel carcere, sapevano che ero una “BASTARDA” pronta a dare fuoco al sistema, ma anche loro pensavano come me, mai fare la guerra a chi può migliorare l’ambiente, ma noi eravamo “teste pensanti”, oggi al governo ci sono solo “TESTE DI CAZZO” e affaristi che fanno comodo a renzi, lupi docet.
      Notte buona Anna ;-))

      Elimina
  3. Se ti rintani di nuovo scrivo un elogio a Caselli.....!

    Hasta
    robi

    RispondiElimina
  4. Se ti rintani di nuovo scrivo un elogio a Caselli.....!

    Hasta
    robi

    RispondiElimina
    Risposte

    1. Ciao Robi ;-))
      Hai rimarcato per due volte la minaccia per paura che una non bastasse? ;-))
      Guarda che elogio hanno fatto a Caselli la settimana scorsa, una selva di fischi e la sua alzata di gambe senza aprire bocca.
      E’ nel suo stile scappare quando viene messo a nudo. ;-))
      Hasta Robi, saluti a Lina

      Elimina
  5. xpisp(stefano)10 marzo 2015 10:58

    Ciao Tina,
    visto che mi hai parlato di come una persona quando riveste una carica debba togliersi gli abiti delle proprie ideologie, volevo chiederti cosa ne pensi del sindaco che ha cercato di negare la cittadinanza ad una donna indiana immigrata più di dieci anni fa.
    Bentornata...e restaci qui ...cortesemente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefano, davanti alla laurea che la donna ha preso in Italia ha storto il muso, ma ripeto quanto ho scritto da Zac:
      LA MADRE DEGLI IMBECILLI E’ SEMPRE INCINTA E NE SCODELLA 4 PER VOLTA.
      Buona serata Ste ;-))

      Elimina
    2. xpisp(stefano)20 marzo 2015 14:35

      Mi sa che ci stiamo riferendo a casi diversi

      http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_marzo_02/cittadinanza-negata-prefetto-da-via-libera-signora-indiana-51d41a84-c0df-11e4-b2c9-4738a8583ea9.shtml

      Elimina
    3. Può darsi, ma so che le prefetture stanno saturandosi per casi che reputo di lana caprina, i problemi non sono questi, i problemi sono relativi ai vandali e credimi Stefano, nei vandali ci metto per primi gli italoidioti che sono la maggioranza, stile le case occupate abusivamente, ma fa sempre comodo puntare il dito sullo straniero.
      Buona serata Stefano, un baciotto a Daniel ;-))

      Elimina
  6. xpisp(stefano)10 marzo 2015 11:13

    Visto che scrivo proprio male...traduco quanto scritto prima...sei mancata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefano ;-))
      Vediamo di non prenderci a sganassoni ;-))

      Elimina
  7. Ciao Tina! Oggi sfrutto una connessione non mia per approdare qua da te! Ricordo quel tuo post sul "repubblichino", all'ultimo momento diventato partigiano (sotto copertura affermava lui) e poi convertito alla sinistra italiana... anche se stranamente non vedo il link di quel tuo post! Me lo ricordo perché all'epoca, stimolato da quel tuo post, mi andai a documentare con attenzione e sullo stesso, in rete! Quando lessi l'ultimo post di Zac, qualche giorno fa, puoi immaginare quanto rimasi meravigliato per quel suo riferirsi allo stesso in modo positivo. Poi lessi la tua replica e pensai... ora è tutto in ordine!

    A proposito della "memoria"... cara Tina, sono scomparsi o in via di estinzione coloro che custodivano la memoria di quanto accaduto in questo Paese. Scomparsi o silenti già da tanto tempo, tant'è che ciò che avviene oggi, accade nel silenzio assordante (e ignorante) di un'opoinione pubblica senza opinione (e cultura).

    E' stato cotto ben bene questo nostro "popolo italico", incline da sempre al servilismo e all'opportunismo. Cotto a puntino da una classe politica che dal dopoguerra ad oggi, tranne pochi e dimenticati rappresentanti della stessa (diciamo un Pertini, il primo che mi viene in mente), ha lavorato per delegittimare e vanificare tutto ciò che dalla Resistenza era scaturito, Costituzione compresa.

    Stiamo velocemente tornando ad una politica che si occupa "del dover essere" e non più "dell'essere". Non è più l'uomo al centro di questa società ma il come, l'uomo, deve stare in questa società.... a 90 gradi, secondo loro! Ci stanno riuscendo benissimo!

    Bentrovata, Tina. Spero di tornare presto qua in rete. Ciao.

    (ancora senza connessione a internet e pure senza telefono, ad un mese dalla sottoscrizione di un contratto online! Incredibile vero? Viviamo in un Paese moderno, noi! Potrei scriverci un libro su quanto mi sta accadendo, dopo una semplice fottutissima richiesta di linea telefonica, presso un fottutissimo gestore di telefonia di questo fottutissimo Paese. Potrei descrivere le "meraviglie" della privatizzazione di servizi che se non funzionavano con il "pubblico", sono anche peggio in mano al "privato", piuttosto incline al profitto e poco interessato all'utenza... ma questa è un'altra storia, tipica di un Paese come il nostro).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo
      Mi pare che la stiano portando per le lunghe la storia della tua connessione e dell’impianto telefonico, prova a minacciarli di cambiare gestore, magari funziona. ;-))
      Se vuoi rileggere quel post devi cliccare sulla data in blu, non so perchè, ma se cerco di inserire il link mi manda a puttane il post, a fatica sono riuscita a inserire il link per esteso, sarà che ero ancora con myblog, boh, se vuoi rileggerlo o clicchi sulla data che ti dicevo o copi l’indirizzo e vai con google.
      No Carlo, è sparita quella materia che si chiama STORIA, la storia è diventata una materia per culturi e siamo tacciati di essere solo dei “nostalgici”, se non avessi una nipote in prima media, non potrei capire quanta carenza c’è oggi nella scuola, Giulia ha il sedere di avere nonni, zii e genitori scolarizzati e pronti a intervenire, infatti marcia con una media altissima, anche gli insegnanti si sono resi conto che ha alle spalle soggetti che i libri non li hanno sfogliati ma letti.
      Il popolo...se hai visto il film NEL NOME DEL PAPA RE, quando i due rivoluzionari salgono per essere ghigliottinati nel vedere la gente pensano che sia venuta a salvarli, ma rendendosi conto che sono andati a guardare lo spettacolo esclamano POPOLO VAFFANCULO.
      I Pertini, i Riccardo Lombardi, i Berlinguer, i Gino Giugni e potrei continuare, sono stati la mia scuola, ma come per le materie, anche la politica è un elemento per archeologi.
      Ormai la fanno da padroni I CIARLATANI e chi urla più forte, ma la spunta chi sa prostituirsi meglio e veste l’abito della vergine Maria o san Giuseppe, il governo renzi è zeppo di prostituzione morale e mentale, il parlamento è un bordello e il tenutario è un professionista, il popolo...per quel che me ne fotte di questo popolo...può ANDARE A FANCULO.

      Notte buona Carlo ;-))
      Tina

      Elimina
    2. Ciao Tina! Le minacce erano partite ben prima del tuo consiglio e proprio nel senso che tu suggerisci. Però, sai qual'è il problema? Che in passato potevi recarti presso uno "sportello" e se proprio ti giravano i maroni, potevi sempre prendere per il collo l'addetto di turno e dargli una bella scrollatina.

      Personalmente l'ho fatto una sola volta anni fa, al pronto soccorso di Bovalino, in quel di Calabria, saltando letteramente al di là della scrivania che mi divideva dall'infermiere dell'accettazione il quale, dopo essere stato alquanto vago nello spiegarmi perché nel pronto soccorso, alle 6 del pomeriggio, non c'era l'addetto di radiologia, mi "consigliava" di non chiamare i carabinieri ai quali volevo ricorrere per denunciarne l'assenza, se volevo che il mattino dopo mia sorella fosse stata nuovamente visitata.

      Non solo scatenai una sommossa, c'erano altre 3 persone nella stessa condizione e quelli, purtroppo per lui, erano "calabresi veraci" ma sbloccai la situazione in cui ero. Dopo, inoltre... come mi sentivo bene!!!!!

      Oggi ti devi rivolgere telefonicamente a quella che rimane solamente una voce e che, se ti va bene, attacca il telefono alla prima "rogna" che gli esponi. E tu rimani lì minchionato a masticare veleno!

      Comunque, alla fine ce l'ho fatta!

      Sai che mi piace del contenuto delle repliche ai commenti che hai ricevuto? 1) il mandare "affanculo" sto popolo
      2) il pensarci come "lo Stato" che tira sganassoni!!!

      Sarebbe ora!

      Elimina
    3. @ Carlo

      Ciao Carlo, con notevole ritardo ma ci sono.
      Quando mi sono rotta il femore e con le radiografie sono andata al pronto soccorso, il medico chiama il mio cognome e mi chiede
      LEI COSA E' VENUTA A FARE?
      Mi sono girate le palle e gli ho risposto
      NON AVEVO UN CAZZO DA FARE E SONO VENUTA A PASSARE DUE ORE TRA GENTE COME LEI, SE GUARDA LE LASTRE VEDE COSA SONO VENUTA A FARE.
      Due ore dopo avevo il foglio di ricovero urgente e due giorni dopo venivo operata.
      Impara l'arte Carlo, non sempre l'educazione paga e neanche il bon ton ;-))
      Buona notte amico mio ;-))
      Tina

      Elimina
  8. xpisp(stefano)13 marzo 2015 15:39

    cara Tina,
    provo a stanarti :P

    eccoti un link su cui saprai dirmi sicuramente tanto

    http://sucardrom.blogspot.it/2015/03/torino-asgi-e-stata-creata-una.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefano ;-))
      Mi sono fatta due palle a mongolfiera e ho letto, poi ho guardato la sigla ed è partito un vaffa megagalattico al loro indirizzo ;-))
      Che piaccia o no, alla UE abbiamo risposto di farsi una padellata di cazzi loro che ai nostri sappiamo badare da soli, infatti, lo sgombero è ultimato e le ruspe stanno raccogliendo la monnezza, se vogliono, siamo disponibili a portagliela, 50% alla UE e 50% alla ONLUS legale che rischia di essere asfaltata come le baracche, hanno fatto un servizio su quel cacchio di quartiere e l’80% dei Torinesi vuole raderlo al suolo, tira le somme. ;-))
      Stefano, in quel campo non c’erano solo Rom o extracomunitari, c’erano anche italiani e piemontesi che amano trassare lo Stato, visto che io sono lo Stato, tiro sganassoni.
      Notte buona Stefano ;-))
      Tina

      Elimina
  9. Cara Compagna Tina, mi vergogno ad essere arrivato qui con giorni di colpevole ritardo, ma oramai non ci credevo piu'.
    Invece hai scritto!!!!!!

    Cazzo che lunga attesa.

    E come sostiene il saggio Robi, che vorrebbe punirti con un elogio a Caselli se ti rintani di nuovo, io potrei scrivere a Cota che sei una sua fan...

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Zac
      Perdonato Compagno Zac, visto il tempo che ho impiegato a risponderti, sono di nuovo colpevole ;-))
      Non mi rintano Zac, ma sono presa da altri impegni e questa politica gestita da coglioni con il marchio DOC non mi attrae.
      Ho postato di nuovo, ma aspetto la censura di qualche leccaculo renziano.
      Devo passare da te, vedrò domani.
      Hasta Zac
      Tina

      Elimina
  10. Bentornata Tinuzza!!! Sempre tanto incazzata come piace a me :-) Un abbraccione forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Nico
      Ma ciau Pedi ;-))
      E sapessi quanto lo sono in questi giorni di caos istituzionale a livello Europeo.
      Abbiamo mandato viveri e vestiti a questa massa in fuga dalla barbarie, ma non credo che sapessero che avrebbero incontrato la barbarie della civiltà.
      Poi passo dalle tue parti, sono ferma al tuo viaggio con il fans club Bertoli, ma ho il computer che sta esalando gli ultimi imput e il tecnico non arriva prima di settembre con il nuovo.
      Ricambio l’abbraccio e saluta Maria da parte mia. ;-))
      Tina

      Elimina
  11. Passo velocemente solo pe' ditte che so' contento de rileggerte e pe' fatte sape' che ancora ce so'.
    Un salutonr coi fiocchi,
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Aldo il Monticiano
      Ciao Aldo, lo so che ci sei, ma a quanto pare anche tu la stai prendendo comoda ;-))
      Ho letto il tuo capolavoro da Robi e mi sono divertita da matti.
      In questo periodo ho un casino di impegni con l’Associazione Sportiva, ma ho anche uno scazzo manifesto contro questo governo di idioti, se non scrivo di politica non riesco a dare il meglio, ma la politica non esiste e non mi va di parlare di fatti diversi.
      Buona serata Monticiano de mi vida ;-))
      Tina

      Elimina